Google
nel web nel sito

 
Homepage Chi siamoMappa del sito Forum Scrivici

Risorse
Links
Bibliografia
Glossario
Downloads
Normativa (F.A.Q.)

News
HTnews
Novità del portale Handitecno
Eventi
Convegni, seminari, mostre..
Notizie
Novità e notizie sull'integrazione scolastica e le tecnologie OEM Software Download

Sezioni speciali
Ausili informatici
Adattamento del PC

Handitecno FAQ (Frequently Asked Questions)


[ Fai Una Domanda ]


Categoria: Principale -> Valutazione ed esami -> Esami di licenza media

Domanda

E' possibile valutare positivamente un alunno di terza media che ha delle negatività gravi in qualche disciplina?

Alcuni dei nostri ragazzi frequentano la 3° classe della scuola media. Avendo gravi difficoltà di comunicazione utilizzano la tecnica della Comunicazione Facilitata. La nostra Associazione, in collaborazione con tutte le scuole del territorio, ha messo in atto un progetto per la formazione degli insegnanti sulla tecnica. Purtroppo però i finanziamenti sono arrivati in ritardo, non permettendo quindi agli insegnanti di acquisire al meglio la tecnica per poi utilizzarla in sede di esame. I nostri ragazzi si sono già iscritti al Liceo Scientifico e potranno passare alle superiori con un attestato di credito formativo, rilasciato in funzione del mancato raggiungimento degli obiettivi del PEI. Visto che il mancato raggiungimento degli obiettivi potrebbe derivare dalla mancanza dello strumento di comunicazione (Comunicazione Facilitata), la nostra domanda è:
Dopo essere passati alle superiori con l'attestato di credito formativo, i ragazzi possono conseguire l'esame di licenza media in un secondo momento?


Risposta

E' possibile valutare positivamente un alunno di terza media che ha delle negatività gravi in qualche disciplina?

L'OM 90/01 all'art. 11, a proposito della valutazione degli alunni in situazione di handicap, al fine del conseguimento del diploma di licenza media, richiede che il giudizio riguardi la valutazione globale della preparazione dell'alunno. Pertanto, come avviene per tutti gli alunni, il giudizio positivo o negativo dipende dalla valutazione di prevalenza di taluni aspetti ritenuti positivi su tal' altri ritenuti negativi ma non tali da inficiare il giudizio globale positivo. anche se a causa di talune negatività questo dovrà mantenersi nei limiti della sufficienza. Quanto detto vale anche nel caso di mancata valutazione di qualche disciplina, dal momento che l'art. 16, comma 1 della legge 104/92 prevede espressamente che vi possa essere la riduzione dei contenuti di talune discipline e che la normativa sugli esami di licenza media, richiamata all'inizio prevede anche un esame "differenziato", rispetto a quello dei compagni.

Torna Su


Alcuni dei nostri ragazzi frequentano la 3° classe della scuola media. Avendo gravi difficoltà di comunicazione utilizzano la tecnica della Comunicazione Facilitata. La nostra Associazione, in collaborazione con tutte le scuole del territorio, ha messo in atto un progetto per la formazione degli insegnanti sulla tecnica. Purtroppo però i finanziamenti sono arrivati in ritardo, non permettendo quindi agli insegnanti di acquisire al meglio la tecnica per poi utilizzarla in sede di esame. I nostri ragazzi si sono già iscritti al Liceo Scientifico e potranno passare alle superiori con un attestato di credito formativo, rilasciato in funzione del mancato raggiungimento degli obiettivi del PEI. Visto che il mancato raggiungimento degli obiettivi potrebbe derivare dalla mancanza dello strumento di comunicazione (Comunicazione Facilitata), la nostra domanda è:
Dopo essere passati alle superiori con l'attestato di credito formativo, i ragazzi possono conseguire l'esame di licenza media in un secondo momento?

Potranno presentarsi da privatisti per conseguire il diploma di scuola media, dopo di che potranno proseguire gli studi superiori con un PEI normale, anche se semplificato, e presentarsi agli esami finali per conseguire il diploma conclusivo degli esami di Stato.La normativa contenuta nell'art 14 della OM n. 90/01 circa la non necessità, in tali casi, di sostenere prove integrative e di idoneità, riguarda, persone già in possesso del diploma di scuola media.
Per chi non ne è in possesso, essendo questo titolo di studio indispensabile per il normale accesso alle scuole superiori ( art 34 cost.) rimane necessario acquisire tale titolo. A meno che, utilizzando la L.n. 425/97 sui nuovi esami di Stato che per i maggiorenni non richiede più il preventivo possesso del diploma di licenza media, l'alunno, sprovvisto di diploma di licenza, si presenti agli esami e li superi; ma, in tal caso,deve prima sostenere le prove integrative riguardanti i quattro anni di studio anteriori a quello oggetto dell'esame finale.

Torna Su




 
© 2002 - INDIRE