Indire, sito ufficiale
Istituto Nazionale di Documentazione, Innovazione e Ricerca Educativa MIUR
immagine di contorno      Formazione separatore dei progetti      Documentazione separatore barra alta      Didattica separatore barra alta      Comunicazione separatore barra alta Europa
contorno tabella centrale
SCUOLA-FAMIGLIA

Enzo Meloni sul rapporto scuola famiglia

Una voce per arricchire la discussione: il punto di vista del Presidente dell'Associazione Genitori Scuole Cattoliche

di Enzo Meloni
04 Marzo 2005

La Riforma Moratti porta in primo piano il ruolo delle famiglie nella vita scolastica dei propri figli; Le chiediamo una  valutazione dei tentativi fin qui fatti per far dialogare Insegnanti, Famiglie e Studenti.

La riforma allart 1 prevede una cooperazione tra scuola e famiglia, ed sicuramente una novit importante anzi  la riforma va oltre prevedendo anche un coinvolgimento nella definiziDia Indireone del portfolio e dei piani personalizzati, purtroppo per si deve constatare che ci avviene solo in poche realt scolastiche. C ancora tanta diffidenza nei confronti dei genitori che continuano ad essere considerati un po' degli intrusi.

Si riconosce sempre pi spesso alla scuola e agli insegnanti un ruolo essenziale nella formazione delle future generazioni: pu parlarci delle aspettative delle famiglie nei confronti della scuola e viceversa degli insegnanti nei confronti di alunni e famiglie?

Il ruolo dellinsegnante insostituibile e non ci sono dubbi che per fare una buona scuola ci vogliono buoni insegnanti, e proprio per aiutare gli insegnati a conoscere meglio gli alunni, che hanno il compito di formare,  necessario un confronto con i genitori.
I ragazzi non possono essere educati a settori ma in modo globale proprio per permettere loro di diventare donne e uomini capaci di scelte.
Quindi tra insegnanti e genitori deve svilupparsi un vero patto che consenta ad entrambi di conoscere i percorsi a scuola e a casa dei ragazzi, cos da poter costruire insieme il loro futuro.

La scuola accoglie studenti da molte parti del mondo e sicuramente ha una composizione sociale molto pi variegata rispetto a pochi anni fa: quali motivi di interesse e quali difficolt incontra oggi una associazione di genitori quando si confronta col mondo della Scuola?

E positivo lo scambio di esperienze diverse, credo per sia necessario formare i genitori a capire correttamente questi nuovi modi di rapporti e di rispetto reciproco.
I bambini hanno sicuramente meno problemi rispetto agli adulti, e la loro integrazione nel gruppo classe quasi sempre positiva.

Una delle questioni affrontate dalla riforma Moratti il difficile passaggio dalla Scuola al Lavoro, con norme che danno la possibilit allo studente di alternare ore di formazione in aula a ore passate su un potenziale posto di lavoro; pu chiarirci quali sono, oltre a questo, gli aspetti qualificanti lattuale Riforma e le questioni aperte per migliorare il sistema educativDia Indireo italiano?

Il tema ancora aperto e non di facile definizione, solo con lattuazione dei decreti della secondaria superiore si potr capire meglio il  percorso dei licei e della istruzione e formazione professionale e quindi capire come questa alternanza scuola lavoro sia possibile.
Ho un grande timore che queste possibilit non siano date a tutti i giovani su tutto il territorio nazionale, per la mancanza di disponibilit di strutture e imprese che si mettano a disposizione per attuare questa esperienza.

Un altro aspetto emergente riguarda le trasformazioni che attualmente conosce la didattica: oggi sono  disponibili nuovi mezzi di comunicazione, come Internet, e di trasmissione della conoscenza, non pi solo libri ma anche materiale digitale. Le chiediamo un Suo giudizio circa ci che percepito dalle famiglie come davvero interessante e innovativo nel mondo della scuola.

I nuovi mezzi sono sicuramente utili e importanti ma non vanno sopravalutati e devono essere considerati solo come strumenti di supporto. In educazione il rapporto personale fondamentale e non credo esistano altri strumenti che lo possano sostituire.
Anche per queste innovazioni importante che a tutti sia data la possibilit di averle a disposizione, in caso contrario aumenta la diversit tra gli studenti.

Intervista e editing di Francesco Vettori, Comunicazione Indire

 

 
Articoli correlati

LOrientamento come funzione sistemica della costruzione di sé
di Giovanna Caporaso (07 Aprile 2011)

La collaborazione tra scuola e famiglia in chiave interculturale
di Lucia Giannini (07 Aprile 2005)

Famiglia e scuola si incontrano in Rete
di Camilla Lastrucci (10 Marzo 2005)

Genitori e figli: educarsi alla comunicazione in famiglia
di Vanna Boffo (08 Marzo 2005)

L'educazione come obiettivo comune
di Carmen Pontieri (28 Febbraio 2005)

Educare alla partecipazione: la "scuola comunità"
di Concepcin Naval Duran (24 Febbraio 2005)

Scuola e famiglia: nuovi scenari di integrazione
di Gianluca Torrini (18 Febbraio 2005)

Quando cambia la scuola
di Angela Nava (28 Gennaio 2005)

Famiglie, scuola e lavoro, un intreccio che emerge
di Maurizio Salvi (27 Gennaio 2005)