Indire, sito ufficiale
Istituto Nazionale di Documentazione, Innovazione e Ricerca Educativa MIUR
immagine di contorno      Formazione separatore dei progetti      Documentazione separatore barra alta      Didattica separatore barra alta      Comunicazione separatore barra alta Europa
contorno tabella centrale
SISTEMI EDUCATIVI EUROPEI

Le competenze chiave europee per l'apprendimento permanente

La raccomandazione del Parlamento e del Consiglio europeo per realizzare la strategia di Lisbona. Competenze, abilit e conoscenze, quali relazioni?

di Unit Italiana di Eurydice
06 Settembre 2007

Il 18 dicembre 2006, il Parlamento europeo e il Consiglio hanno approvato una Raccomandazione relativa a competenze chiave per lapprendimento permanente.

Questo documento, si inquadra nel processo, iniziato a seguito del Consiglio europeo di Lisbona del 2000 e conosciuto come strategia di Lisbona, che ha come obiettivo finale quello di fare dellEuropa leconomia basata sulla conoscenza pi competitiva e dinamica del mondo (...). Per ottenere questo risultato, stata fissata (Consiglio europeo, Barcellona marzo 2002) una serie di obiettivi che devono essere raggiunti per il 2010, attraverso limpegno di tutti gli Stati membri e delle istituzioni europee, costantemente impegnate nel monitoraggio sui progressi fatti e nellindividuazione di ulteriori strategie da adottare.
I 13 obiettivi, fanno riferimento a 3 finalit strategiche che coinvolgono tutti i settori dell'educazione e della formazione, nella prospettiva di dare vita a un sistema di apprendimento permanente.

Lo sviluppo di competenze chiave, oggetto della Raccomandazione, uno dei 5 obiettivi che sono stati individuati per rafforzare lefficacia e la qualit dei sistemi.

La realizzazione degli obiettivi del 2010 ha richiesto la definizione di un quadro europeo di riferimento per le competenze di base e listituzione, da parte della Commissione europea, di uno specifico gruppo di lavoro.

Tutto questo coinciso con un lavoro parallelo sulle competenze compiuto in altri contesti internazionali.
Gi, per esempio, il progetto dellOCSE su Definizione e Selezione delle Competenze (DeSeCo) ha basato la riflessione su ci che dovrebbero essere le competenze di base per la societ della conoscenza.
Per quanto riguarda i programmi di studio dellistruzione obbligatoria, poi, lindagine di Eurydice, Key competences: a Developing Concept in General Compulsory Education ha sottolineato un interesse crescente per le competenze chiave considerate come essenziali per una piena partecipazione dellindividuo alla vita sociale.
Anche lindagine internazionale PISA 2003 ha messo in evidenza limportanza dellacquisizione di competenze pi ampie per la riuscita nellapprendimento. Oltre alle competenze nella lettura, nella matematica e nelle scienze, questa indagine ha infatti valutato anche competenze trasversali come la motivazione allapprendimento, i comportamenti e la capacit di ogni studente di individualizzare il proprio percorso formativo.

Tenendo conto anche di questi sviluppi internazionali, il gruppo di lavoro ha definito otto ambiti di competenze chiave, cos individuati nella Raccomandazione sopra citata:

  1. Comunicazione nella madrelingua;
  2. Comunicazione nelle lingue straniere;
  3. Competenza matematica e competenze di base in scienza e tecnologia;
  4. Competenza digitale;
  5. Imparare ad imparare;
  6. Competenze sociali e civiche;
  7. Spirito di iniziativa e imprenditorialit;
  8. Consapevolezza ed espressione culturale.

La Commissione Europea ha adottato i termini competenze e competenze chiave preferendolo a competenze di base, in quanto generalmente riferito alle capacit di base nella lettura, scrittura e calcolo. Il termine competenza stato infatti riferito a una combinazione di conoscenze, abilit e attitudini appropriate al contesto. Allo stesso tempo, le competenze chiave sono quelle di cui tutti hanno bisogno per la realizzazione e lo sviluppo personali, la cittadinanza attiva, linclusione sociale e loccupazione.


Dovrebbero essere acquisite al termine del periodo obbligatorio di istruzione o di formazione e servire come base al proseguimento dellapprendimento nel quadro delleducazione e della formazione permanente. Si riferiscono, dunque, a tre aspetti fondamentali della vita di ciascuna persona:

  • la realizzazione e la crescita personale (capitale culturale);
  • la cittadinanza attiva e lintegrazione (capitale sociale);
  • la capacit di inserimento professionale (capitale umano).

La Commissione europea porta avanti un lavoro di monitoraggio costante, per valutare i progressi che vengono fatti nella realizzazione degli obiettivi stabiliti a Lisbona. I risultati del monitoraggio vengono resi noti attraverso la pubblicazione di rapporti periodici.

Nel documento di lavoro Progress towards the Lisbon Objectives in Education and Training (maggio 2006), ad esempio, la Commissione aveva sottolineato che i progressi compiuti nel raggiungimento degli obiettivi di Lisbona erano ancora insufficienti, in particolare per quanto riguarda le competenze nella lettura.

Allo stesso modo, tramite questa raccomandazione, la Commissione richiama lattenzione sulla definizione di riferimenti e principi europei comuni che possano sostenere utilmente le politiche nazionali. Bench tali raccomandazioni non costituiscano un obbligo per gli stati membri, contribuiscono certamente a incoraggiare le riforme per quanto riguarda i diversi aspetti dellapprendimento permanente.


 
Articoli correlati

La professione docente in Europa
di Simona Baggiani (26 Febbraio 2014)

Leducazione alla cittadinanza in Europa
di Erika Bartolini (14 Giugno 2012)

Linsegnamento delle scienze in Europa
di Erika Bartolini (13 Marzo 2012)

Linsegnamento della matematica in Europa
di Erika Bartolini (01 Marzo 2012)

Costruire la Dimensione europea delleducazione
di Rudi Bartolini (19 Gennaio 2012)

Intervista a Francesca Brotto
di Francesca Brotto (18 Gennaio 2012)

L'istruzione secondaria superiore in Europa
di Simona Baggiani (06 Novembre 2011)

Lo zoccolo comune di conoscenze e competenze in Francia
di Simona Baggiani (22 Settembre 2008)

Lidea di qualità nellorganizzazione del sistema-scuola in Francia
di Francesco Vettori (19 Settembre 2008)

Le competenze in Inghilterra sotto la lente di ingrandimento
di Alessandra Mochi (29 Luglio 2008)

Sempre più competenze nei Curricoli Europei
di Unit Italiana di Eurydice (06 Luglio 2008)

Le nuove competenze della scuola francese
di Simona Baggiani (06 Luglio 2008)

"Ogni alunno è per noi fondamentale"
di Carmela Grassi (30 Giugno 2008)

La sfida della mobilità ai sistemi d'istruzione e formazione
di Maria Vittoria Marini Bettolo Marconi (03 Giugno 2008)

La strategia di Lisbona
di Simona Baggiani (30 Ottobre 2007)