Indire, sito ufficiale
Istituto Nazionale di Documentazione, Innovazione e Ricerca Educativa MIUR
immagine di contorno      Formazione separatore dei progetti      Documentazione separatore barra alta      Didattica separatore barra alta      Comunicazione separatore barra alta Europa
contorno tabella centrale
E-LEARNING

Insegnare, fra tecnologia e innovazione

Come trasformare l'introduzione delle nuove tecnologie in vera innovazione nel fare scuola? Ne parliamo col Prof. Luca Toschi.

di Rudi Bartolini
06 Novembre 2009

Nuove tecnologie, nuovi linguaggi, nuovi modi di comunicare e di apprendere, nuove pratiche sociali....la scuola oggi chiamata a rispondere a una serie di trasformazioni e sollecitazioni sempre pi importanti e profonde. Stiamo cos assistendo alla nascita di nuove figure, come l'e-tutor e il coach, si parla da tempo ormai di nuovi ambienti di apprendimento online, ma oltre a ci sta cambiando anche il luogo principe del fare scuola: la classe. Avere le nuove tecnologie in classe significa infatti introdurle nella pratica didattica quotidiana e aprire una serie di interessanti ed inedite opportunit.

In questo contesto le Lavagne Interattive Multimediali (LIM) sono l'esempio pi significativo, la loro diffusione nelle scuole porter a:

  • una "convergenza digitale" nella classe, sar possible avere simultaneamente a disposizione le potenzialit dei diversi linguaggi multimediali (quello audiovisivo, iconico, fotografico, testuale, etc.) con l'interattivit tipica dei nuovi media;
  • livelli pi elevati di interazione in classe, in quanto i ragazzi e gli insegnanti saranno in grado di manipolare contenuti digitali e farlo per raggiungere specifici obiettivi didattici;
  • avere accesso, attraverso la Rete, a molteplici fonti, documenti, applicazioni e contenuti digitali;
  • una miglior organizzazione della didattica, grazie alla possibilit di archiviare e condividere le lezioni e i lavori svolti. Si potranno creare veri e propri sistemi di Knowledge management;
  • la possibilit di costruire comunit di pratiche fra ragazzi e docenti di diverse classi e diverse scuole in quanto potenzialmente sempre connessi.

Ma affinch queste opportunit si tramutino davvero in innovazione nella scuola, gli attori del nostro sistema educativo e gli insegnanti in primis sono chiamati a ribadire la propria centralit, valorizzando la propria professionalit, acquisendo nuove conoscenze e competenze, ripensando le proprie metodologie didattiche e il loro modo di comunicare e interagire con i discenti. Sono chiamati insomma a costruire giorno dopo giorno la scuola del futuro.

Di questo scenario, delle opportunit e dei rischi connessi per la scuola, del nuovo e sempre pi importante ruolo degli insegnanti, delle nuove possibilit formative e di aggiornamento professionale, parliamo col Prof. Luca Toschi, docente di "Teoria e Tecnica della Comunicazione Generativa" presso l'Universit di Firenze e docente dell'Italian University Line (IUL).

A fronte dei cambiamenti introdotti dalle nuove tecnologie si parla sempre pi spesso di una scuola in crisi, ma cosa sta veramente succedendo nella scuola? Quale opportunit e quale rischio?
 

 


Ma allora le nuove tecnologie non servono solo a fare didattica, ma anche a creare ambienti di comunicazione allinterno delle classi, tra le classi e fra le scuole? la classe diventa, nel suo piccolo, un luogo dove sperimentare una nuova socialit?

 


In che senso il passato completamente diverso dal presente, cosa successo? A cosa stiamo assistendo?

 


Andiamo nello specifico: questo arrivo nel mondo della scuola delle LIM come si colloca in questo scenario?

 


Ci parla pi dettagliatamente del Corso di aggiornamento e del Corso di perfezionamento a cui si riferisce?

 


Per quanto riguarda il percorso formativo, qual la logica alla base dei due corsi?

 


Ci parla del modo in cui possono essere fruiti i corsi?

 

 
Articoli correlati

PON MATEMATICA: un esempio di blended elearning
di Nadia Colombo (05 Maggio 2010)

Cl@ssi 2.0: il ruolo delle Università nel progetto
di Roberto Maragliano (09 Marzo 2010)

Progetto Cl@ssi2.0: protagoniste le classi!
di Daniele Barca (09 Marzo 2010)

Il contributo dellANSAS-Piemonte a Cla@ssi 2.0
di Giuseppe Cagni (09 Marzo 2010)

La valutazione nella progettazione didattica
di Francesca Storai (01 Febbraio 2010)

L'apprendimento espanso
di Giusy Cannella (01 Febbraio 2010)

Coach, chi era costui?
di Elena Mosa (27 Gennaio 2010)

Tutor, E-Tutor, Coach...Quale ruolo per quale scuola?
di Rudi Bartolini (29 Ottobre 2009)

Bando di selezione Tutor
di Rudi Bartolini (11 Marzo 2009)

I nuovi Monitoraggi Puntoedu
di Francesco Vettori (26 Febbraio 2009)

La Formazione Neoassunti 2008: il report
di Francesco Vettori (26 Febbraio 2009)

La Formazione Digiscuola 2008: il report
di Tania Iommi (26 Febbraio 2009)

Scuola Digitale con le Lavagne Interattive Multimediali
di Laura Parigi (13 Gennaio 2009)

Lavagne Interattive Multimediali: distribuzione alle scuole
di Laura Parigi (19 Dicembre 2008)

Eminent '08: l'innovazione della didattica vista dall'Europa
di Rudi Bartolini & Costanza Braccesi (19 Dicembre 2008)