Indire, sito ufficiale
Istituto Nazionale di Documentazione, Innovazione e Ricerca Educativa MIUR
immagine di contorno      Formazione separatore dei progetti      Documentazione separatore barra alta      Didattica separatore barra alta      Comunicazione separatore barra alta Europa
contorno tabella centrale
LINGUAGGI DELLA COMUNICAZIONE

Il modello I-CLEEN

Teaching is sharing! L'insegnamento condivisione

di Matteo Cattadori e Maddalena Macario
17 Maggio 2010

"Insegnare condividere": questo il motto di OER (acronimo di Open Educational Resources), un movimento mondiale nato pochi anni fa che intende enfatizzare la necessit di una maggiore condivisione libera e gratuita di contenuti didattici di qualit.

A questa filosofia si ispira il modello di condivisione realizzato dal progetto ICLEEN (Interrogarsi su CLima E ENergia), nato in seno al Museo Tridentino di Scienze Naturali. Si tratta di un progetto web di tipo collaborativo caratterizzato da due ingredienti principali: la condivisione di pratiche didattiche efficaci e riproducibili e l'uso delle nuove tecnologie. ICLEEN ha lo scopo di offrire risorse didattiche attive nell'ambito delle Scienze della Terra, una disciplina delle scienze naturali che sta subendo profondi cambiamenti strutturali nei nuovi programmi della Riforma della Scuola Media Superiore, soprattutto nei Licei. Si tratta perlopi di risorse caratterizzate da una rapida fruibilit, quindi pronte da utilizzare nella pratica quotidiana e che necessitano di tempi di svolgimento limitati.

Il servizio online da pochi mesi ed realizzato da una redazione formata da insegnanti di scienze di comprovata esperienza. ICLEEN si propone come occasione per la raccolta e la diffusione delle pratiche degli insegnanti che intendano superare la lezione frontale, o semplicemente integrarla, adeguandola nei contenuti  ma soprattutto nei metodi e negli strumenti anche attraverso l'uso della multimedialit e dell'interattivit. Il progetto ha debuttato bandendo il concorso Un'esperienza che vale che premia le attivit proposte dagli insegnanti-utenti. Sia lo strumento di condivisione che l'archivio dei materiali sono a disposizione, gratuitamente, di tutta la comunit scolastica.


PREMESSA 
In questi anni il lavoro dell'insegnante cambiato sensibilmente. Una delle trasformazioni pi profonde che ha subto riguarda la disponibilit di tempo per la preparazione delle lezioni. Esistono numerosi dati ed evidenze che indicano una progressiva e continua contrazione di tempo dedicato a questa importantissima fase dell'insegnamento. Questa tendenza particolarmente spiccata e deleteria per le discipline pi dinamiche, quali quelle scientifiche, in cui i contenuti sono naturalmente soggetti a continui mutamenti, dipendenti sia dai progressi della ricerca che dai mutamenti della sensibilit dell'opinione pubblica nei confronti di alcune tematiche di largo interesse, come ad esempio quelle climatiche ed energetiche. Molti degli strumenti web di supporto al lavoro degli insegnanti di scienze non riescono a soddisfare pienamente tali esigenze a causa di molteplici ragioni, quali la elevata eterogeneit degli argomenti trattati, quella dei materiali proposti e, talvolta, anche la scarsa autorevolezza scientifica.


IL PROGETTO
Il Museo Tridentino di Scienze Naturali ha realizzato un servizio web denominato I-CLEEN (Interrogarsi su CLima Ed Energia) che online in versione beta a partire dal dicembre 2009. Si tratta di un information-gateway collaborativo ideato, realizzato e destinato prevalentemente agli insegnanti di discipline scientifiche. Il software stato realizzato grazie a un lungo percorso di personalizzazione svolto da una ditta esterna, la YMIR s.r.l. di Trento. Il progetto il frutto di una tradizione pluridecennale di cura e attenzione da parte del Museo al mondo della scuola, comprovata dallo svolgimento di un'intensa attivit museale specifica e spesso innovativa che viene seguita, mediamente, da circa cinquantamila studenti ogni anno.

L'organo principale del progetto I-CLEEN la redazione. Costituitasi gi a partire dal 2008, formata da un nucleo di 5 redattori e da altre figure di supporto, prevalentemente ricercatori del Museo e di altri enti di ricerca scientifica nell'ambito delle Scienze della Terra. La redazione presiede a tutte le fasi dei processi di svolgimento del progetto (proposta, analisi, revisione e pubblicazione dei materiali didattici) interamente online in un unico ambiente che stato realizzato con Liferay, un'applicazione open source basata sul linguaggio Java e orientata alla gestione di portali e al lavoro collaborativo. Il sistema permette di integrare le funzioni fondamentali di gestione del servizio quali la pubblicazione delle pagine web, la gestione dell'archivio, il lavoro redazionale e la gestione degli utenti e dei profili.

Il progetto offre gratuitamente agli utenti due servizi distinti denominati Sperimentare e Partecipare.

Sezione "Sperimentare"
Questo servizio permette di consultare e utilizzare l'archivio di materiali del progetto. Essi comprendono una vasta gamma di risorse sia in termini di tipologia che di impiego in classe. Si va da esperienze di laboratorio complete, all'uso di risorse online come applet, video e simulatori, a semplici segnalazioni di libri, da recensioni di giochi didattici di ruolo a lezioni pronte da usare in classe che impiegano Google Earth. Una caratteristica comune a tutti i materiali ICLEEN la loro elevata riproducibilit, cio la loro capacit di agevolare il compito dell'insegnante nella realizzazione di lezioni per la propria classe. A tale scopo essi vengono pubblicati con alcuni documenti di accompagnamento (schede) realizzati appositamente dalla redazione di ICLEEN. Per consentire la massima fruibilit, il formato delle schede identico per ogni risorsa dell'archivio e spesso ne vengono pubblicate due distinte: una per lo studente e una per l'insegnante. La prima pronta per essere stampata e distribuita agli studenti, quella dell'insegnante invece contiene poche, chiare e verificate informazioni per poter svolgere e condurre a buon esito l'attivit didattica. La stragrande maggioranza di tutti questi documenti pubblicata sotto licenza Creative Commons - Attribution-Noncommercial-Share Alike 2.5 Italy.
La facilit di consultazione dell'archivio un altro aspetto che stato curato nei dettagli. Tutte le risorse ICLEEN sono classificate secondo uno schema di organizzazione degli argomenti di facile navigabilit, sia perch suddiviso su due soli livelli, sia perch evoca un programma effettivamente svolto-tipo di Scienze della Terra. Esso tiene conto di alcuni princpi fondamentali delle Earth System Science, primo fra tutti quello di porre l'enfasi sull'intreccio di interazioni esistente tra le varie sfere (bio, geo, idro ecc) che compongono il pianeta Terra.
I materiali vengono scelti sulla base di alcuni criteri comuni - condivisi dalla redazione ed esplicitati in un apposito documento denominato Politica di inserimento - tra i quali figurano l'autorevolezza scientifica, l'efficacia didattica, l'esistenza di uno stimolo a un apprendimeno attivo da parte dello studente. Alcuni dei materiali proposti sono stati selezionati in previsione di un loro impiego nell'ambito di un progetto CLIL che prevede l'uso veicolare di una lingua straniera nel corso di lezioni di scienze. A tale scopo, le schede allegate ai materiali forniscono indicazioni e strumenti utili (a insegnanti e studenti) per un corretto impiego in tal senso.
Da segnalare infine la pubblicazione di materiali realizzati da enti, istituzioni e progetti stranieri. Alcuni di questi hanno concesso per la prima volta i diritti alla pubblicazione di edizioni italiane di loro lezioni. il caso ad esempio, dell'americana NSTA - National Science Teachers Association, la pi grande associazione mondiale di insegnanti di Scienze, autrice di materiali e servizi di valore nell'ambito della didattica delle Scienze.

Sezione "Partecipare"
Il progetto aspira ad offrire un nuovo strumento di condivisione dell'esperienza professionale degli insegnanti di scienze in cui l'aspetto del riconoscimento del suo valore sia il primo, non l'ultimo, degli ingredienti. Anche per questa ragione stato realizzato il concorso a premi Un'esperienza che vale! con lo scopo di indurre gli utenti a contribuire con le proprie pratiche a popolare l'archivio di ICLEEN. Gli insegnanti possono parteciparvi semplicemente inviando un breve resoconto di una loro lezione che riuscita a indurre un coinvolgimento attivo degli studenti nello studio di un argomento delle Scienze della Terra. La loro esperienza verr rielaborata e adattata agli standard del progetto e pubblicata a loro nome sotto licenza Creative Commons. Allo stato attuale il concorso ha assegnato 6 premi ad altrettanti insegnanti e continuer fino ad esaurimento della somma destinata.

Per maggiori informazioni www.icleen.museum

Matteo Cattadori
Museo Tridentino di Scienze Naturali
Trento
mcattadori@gmail.com

Maddalena Macario
Liceo Scientifico N. Copernico
Prato
makarios1@libero.it

 
Articoli correlati

Il CoderDojo: come imparare una programmazione strutturata
di Mario Boninsegni (11 Dicembre 2014)

Al via le iscrizioni al corso "Didattica Digitale"
di G. Cannella, R. Carro, E. Mosa, L. Tosi (29 Febbraio 2012)

Che cosè la competenza digitale?
di Silvia Panzavolta (19 Ottobre 2010)

3.0 verso il Web semantico: THINKERS WANTED!
di Silvia Dell Acqua (17 Febbraio 2010)

Dentro la Scuola: strumenti utili e motivazioni quotidiane
di Renato Montemurro (26 Maggio 2009)

Dove il libro non è il medium prevalente della conoscenza
di Francesco Vettori (29 Aprile 2009)

Francesc Pedró: per capire quel che sta accadendo
di Francesco Vettori (18 Aprile 2006)

Mai più una comunicazione "usa e getta"
di Gianluca Torrini (03 Gennaio 2006)

A un mese di distanza dalla morte di Mario Luzi
di Francesco Vettori (21 Marzo 2005)

Il valore della conoscenza, la forza della comunicazione
di Stefania Chipa (09 Febbraio 2005)

Cammina cammina
di Stefania Chipa (01 Gennaio 2005)

Strappate quella pagina
di Stefania Chipa (18 Novembre 2004)

Nuovi linguaggi: scrivere, leggere, interagire
di Antonio Sofia (12 Novembre 2004)

Il registro comunicativo ritrovato
di Giovanni Nulli (21 Settembre 2004)

Bookcrossing: una biblioteca che gira per il mondo
di Annalisa Fiaschi (06 Agosto 2004)