Indire, sito ufficiale
Istituto Nazionale di Documentazione, Innovazione e Ricerca Educativa MIUR
immagine di contorno      Formazione separatore dei progetti      Documentazione separatore barra alta      Didattica separatore barra alta      Comunicazione separatore barra alta Europa
contorno tabella centrale
PORTFOLIO

Il portfolio delle competenze individuali nella scuola primaria

Una raccolta dei materiali prodotti dall'alunno, che lo seguir durante l'intero percorso di formazione.

di Silvia Vecci
24 Novembre 2003

Immagine tratta dall'archivio DIA Nel quadro della riforma del sistema di istruzione e formazione prevista dalla ministra dell'Istruzione Letizia Brichetto Moratti  per l'anno scolastico 2002/2003, il prof. Giuseppe Bertagna ha redatto, su incarico del Ministero stesso, le Indicazioni nazionali per i Piani di Studio Personalizzati nella Scuola Primaria, documenti prescrittivi accompagnati dalle relative Raccomandazioni con valore puramente orientativo. Tali documenti sono stati utilizzati come punto di riferimento prima dalle 251 scuole coinvolte nella sperimentazione della riforma e adesso da tutte le scuole dei livelli scolastici coinvolti nella prima fase di attuazione della riforma.

Le Indicazioni Nazionali per i Piani di Studio Personalizzati nella Scuola Primaria forniscono una prima definizione del portfolio delle competenze individuali che "costituisce una collezione strutturata, selezionata e commentata/valutata di materiali particolarmente paradigmatici prodotti dallo studente, che consentono di conoscere l'ampiezza e la profondit delle sue competenze e, allo stesso tempo, della maggiore o minore pertinenza degli interventi didattici adottati". (Annali dell'istruzione 5-6/2001, 1/2002 "I Documenti della sperimentazione nella scuola dell'infanzia e nella scuola primaria" Le Monnier pag.6).

Il portfolio dovrebbe contenere:

  • prove scolastiche significative;
  • materiali prodotti dall'alunno individualmente o in gruppo;
  • osservazioni dei docenti e della famiglia sui metodi di apprendimento del fanciullo;
  • commenti su lavori personali ed elaborati significativi;
  • risultati delle osservazioni sistematiche;
  • annotazioni su interessi e attitudini.

Il portfolio della scuola primaria viene compilato e aggiornato dal docente tutor, in collaborazione con tutti i docenti che si fanno carico dell'educazione e degli apprendimenti di ciascun alunno, dalla famiglia e dall'alunno stesso. Il docente seleziona gli elementi che rappresentano meglio la personalit dell'alunno, li registra e li commenta nel portfolio, la famiglia completa la documentazione del percorso di crescita condividendo cos le responsabilit educative, l'alunno contribuisce, a sua volta, alla selezione e al commento del materiale prodotto.

Il portfolio ha una duplice funzione: i materiali selezionati dal docente danno all'alunno il senso generale del suo percorso rispetto agli obiettivi formativi, mentre i materiali selezionati dall'alunno permettono al docente di capire come l'alunno percepisce i propri risultati e i propri progressi. Il coinvolgimento della famiglia serve a completare la documentazione relativa al percorso di crescita, fornendo informazioni su quegli aspetti che non sono rilevabili nel contesto scolastico.

Inoltre, mentre documenta il percorso dell'alunno e le competenze acquisite, il portofolio permette anche di valutare il processo di insegnamento/apprendimento e fornisce un prezioso strumento di autovalutazione dell'istituzione scolastica.

La sperimentazione che ha avuto luogo nell'anno scolastico 2002/2003 ha riguardato l'ultimo anno della scuola dell'infanzia e i primi due anni della scuola primaria (4-7 anni). In questambito, l'Unit Italiana di Eurydice ha svolto una ricerca in terrotorio europeo, raccogliendo informazioni relative all'uso di portfolio per la stessa fascia di et. L'esperienza italiana risultata essere all'avanguardia in quanto in nessun altro paese dell'Unione Europea viene utilizzato un portfolio per la fascia di et in questione. La ricerca stata allargata ai paesi extraeuropei ed risultato che l'esperienza del portfolio presente da tempo, per tutti i livelli scolastici, nelle scuole statunitensi e australiane, ed stata recentemente inserita anche nelle scuole canadesi per il livello primario.

 

Silvia Vecci, redazione webzine [s.vecci@indire.it]

 
Articoli correlati

Da abilità a competenza: un cambiamento formale e sostanziale
di Isabel de Maurissens (21 Gennaio 2004)

Il Portfolio e i sindacati confederali
di Laura Coscia (10 Gennaio 2004)

Portfolio: intervista a Franco Favilli
di Lorenzo Calistri (01 Dicembre 2003)

Portfolio: intervista a Elena Esposito
di Lorenzo Calistri (01 Dicembre 2003)

Portfolio e famiglie
di Lorenzo Calistri (28 Novembre 2003)

Nuove forme di valutazione
di Michela Salcioli (28 Novembre 2003)

Portfolio: cos'è?
di Massimo Acciai (19 Novembre 2003)

Portfolio: esperienze internazionali
di Simona Baggiani (19 Novembre 2003)

Da dove viene la parola portfolio
di Massimo Acciai (19 Novembre 2003)

Partire con il portfolio giusto
di Francesco Vettori (19 Novembre 2003)