Indire, sito ufficiale
Istituto Nazionale di Documentazione, Innovazione e Ricerca Educativa MIUR
immagine di contorno      Formazione separatore dei progetti      Documentazione separatore barra alta      Didattica separatore barra alta      Comunicazione separatore barra alta Europa
contorno tabella centrale
IFTS-FORMAZIONE POST-SECONDARIA NON UNIVERSITARIA

Accogliere per apprendere, apprendere ad accogliere

Quanto emerge a proposito di Educazione degli Adulti nel convegno dellUniversit di Roma 3 e del Centro di Documentazione EdA del Lazio

di Catia Cantini
01 Gennaio 2003

Lincontro che si svolto a Roma il 27 gennaio scorso stato un momento di riflessione su alcuni concetti chiave che cambiano il modo di concepire leducazione degli adulti, a partire da una considerazione di fondo sui cambiamenti che hanno interessato lEdA negli ultimi anni. Gli operatori del settore hanno compreso come la qualit delleducazione in et adulta di per s estremamente delicata e complessa dipenda da unaccurata fase di accoglienza (si veda "Esperienze e vissuti": potenzialit sconosciute) e che occorre quindi passare dallabitudine a progettare alla consapevolezza della necessit di ascoltare, spostando lattenzione dallofferta formativa al bisogno formativo. Concepita quale componente strutturale della realizzazione di percorsi di studio, laccoglienza viene a configurarsi come un requisito fondamentale per esplicitare i bisogni degli adulti che rientrano in formazione: non solo una forma di comunicazione verbale, ma una vera e propria attivit di empowerment, un sistema comunicativo indispensabile per riconoscere le ragioni che spingono ladulto ad intraprendere un determinato itinerario di studio.

Obiettivo del convegno stato quello di individuare, a partire dalle ricerche presentate dai relatori, le modalit per rafforzare la dimensione dell'accoglienza, indispensabile per rendere pi funzionali le scelte formative degli adulti. Il tema stato articolato in un  dibattito in cui si discusso di orientamento professionale e online, di bilancio delle competenze, degli strumenti dellaccoglienza dei CTP italiani come di alcuni studi di caso sui modelli e le tipologie internazionali (ad esempio, la formazione individualizzata in Francia e la formazione continua in Germania). Al termine del convegno stata ribadita l'opportunit per il nostro paese di una nuova legge in un quadro di riferimento istituzionale capace di rilanciare leducazione degli adulti nel pieno rispetto delle competenze di regioni ed enti locali.

Immagine tratta dall'archivio Dia di Indire

Catia Cantini, servizio IFTS-EdA

 
Articoli correlati

Verso il Regolamento dei nuovi Istituti Tecnici Superiori
di Claudia Chellini (09 Febbraio 2011)

Gli Istituti Tecnici Superiori nelle Regioni
di Veronica Forni e Caterina Librandi (07 Febbraio 2011)

Gli ITS: la specializzazione tecnica dopo il diploma
di Paola Castellini (27 Gennaio 2011)

Lo stato dell'istruzione tecnica in quattro risposte
di Francesco Vettori (09 Marzo 2009)

Concorso nazionale per gli Istituti Scolastici Secondari Superiori
di Donatella Rangoni (07 Febbraio 2005)

IFTS - Formazione post-secondaria non-universitaria
di Claudia Chellini (23 Ottobre 2004)

Sistema integrato per il diritto all'apprendimento
di Catia Cantini (26 Marzo 2004)