Indire, sito ufficiale
Istituto Nazionale di Documentazione, Innovazione e Ricerca Educativa MIUR
immagine di contorno      Formazione separatore dei progetti      Documentazione separatore barra alta      Didattica separatore barra alta      Comunicazione separatore barra alta Europa
contorno tabella centrale
EDUCAZIONE DEGLI ADULTI

Cambiamenti e prospettive nell'Educazione degli Adulti

Renata Tomei, Coordinatore Scientifico del Centro di Documentazione EdA del Lazio, riflette sul valore dell'integrazione nella formazione permanente

di Catia Cantini
11 Marzo 2004

Come sta cambiando negli ultimi tempi la domanda degli adulti?

Nella societ in cui viviamo, lo sviluppo delle conoscenze e delle competenze rappresenta un fattore di centrale importanza per la crescita individuale e sociale.
Leducazione permanente, come diritto ad apprendere per tutto il corso della vita, risulta decisivo per linserimento e il reinserimento lavorativo, per lo sviluppo individuale e sociale, in relazione alla complessit di compiti e ruoli, nonch per lautonomo esercizio dei diritti di cittadinanza.
Da qui lesigenza per ognuno di aggiornare in modo ricorrente conoscenze, competenze e saperi.
La domanda di formazione in et adulta risulta tendenzialmente in espansione e pu essere ricondotta ai diversi dinamismi che caratterizzano lattuale societ. Tra questi:

 le trasformazioni del sistema socioeconomico e la conseguente necessit di adeguare e migliorare i livelli di competenza;
 le esigenze di arricchimento culturale individuale, soprattutto per coloro che dispongono di gradi elevati di istruzione;
 le iniziative dei diversi soggetti pubblici e privati volte a favorire lintegrazione di persone in condizione di disagio sociale e culturale.

La variet della domanda ha posto la necessit di definire un modello integrato di educazione degli adulti, alla cui costruzione debbono concorrere molteplici soggetti, i quali in un'azione convergente consentano di realizzare una diversa articolazione dellofferta, una distribuzione e diffusione sul territorio, specifici approcci relazionali, il superamento della separazione tra scuola ed extrascuola, tra istruzione e formazione, tra sistema formale e sistema non formale.


Com nato il Centro di Documentazione EdA del Lazio in cui Lei opera?

Il Centro di Documentazione Eda stato istituito nel gennaio 1999 a seguito del protocollo dintesa sottoscritto dai Coordinatori dei Centri territoriali permanenti di Roma e Provincia per promuovere lo studio e la riflessione sulle questioni riguardanti lEducazione degli adulti attraverso attivit di documentazione e ricerca, confronto e scambio di esperienze, raccolta ed elaborazione dei dati. La positiva esperienza realizzata negli anni 1998-99 e 1999-2000, levoluzione e lo sviluppo dei Ctp hanno motivato la necessit di rafforzare e sviluppare lintesa a livello provinciale, interprovinciale e regionale, costituendo la Rete dei Ctp del Lazio (Cde Lazio), con la finalit di realizzare un'assunzione unitaria di impegni sul piano organizzativo-gestionale e metodologico-didattico in relazione alla complessit dellazione che i Ctp sono chiamati a svolgere nelle diverse realt locali e per stabilire rapporti sempre pi stabili con le altre istituzioni e agenzie formative.
Al Centro di documentazione sono attribuiti compiti di: coordinamento organizzativo tra i Ctp, di ricerca mirata alla specificit dellapprendimento in et adulta, di progettazione dellofferta formativa in relazione ai fabbisogni, alle realt territoriali e ai modelli organizzativi dei Ctp, di documentazione dei progetti e avvio della banca on line, di aggiornamento e formazione a supporto delle professionalit impiegate, di raccolta e elaborazione dei dati.
Nellambito dei suoi compiti, il Cde Lazio stipula convenzioni con enti e istituzioni, universit e istituti di ricerca, associazioni e agenzie operanti sul territorio; interagisce e collabora stabilmente con il Miur, lUsr, Csa, lIrre Lazio.


Quali sono, a Suo avviso, gli interventi auspicabili per innalzare il livello di qualit dellEducazione degli Adulti?

In tal senso utile sottolineare come condizioni di particolare importanza - ove si determinassero - concorrerebbero in modo decisivo allinnalzamento della qualit dellEducazione degli adulti; in particolare:

 un quadro unitario di riferimento normativo in grado di portare a sistema linsieme delle iniziative delleducazione degli adulti;
 interventi finalizzati allinnalzamento delle competenze di base della popolazione adulta in coerenza con gli indirizzi comunitari;
 diffusione dellinformazione per promuovere la domanda sommersa in particolare delle fasce pi deboli della popolazione;
 formazione delle professionalit e specializzazione in rapporto ai diversi ruoli;
 accreditamento e certificazione delle competenze per un'effettiva spendibilit;
 monitoraggio dei risultati e valutazione dellefficacia e della qualit formativa.

Un ruolo di particolare rilevanza attribuito agli Enti e le Istituzioni locali quali promotori di iniziative di sviluppo, raccordo e collaborazione tra i soggetti pubblici e privati interessati del territorio, per quanto riguarda:

 lanalisi dei fabbisogni formativi;
 la diffusione delle azioni formative in prossimit dei luoghi di residenza o di lavoro degli adulti, con particolare attenzione alle persone in condizioni di disagio;
 lindividuazione e lintegrazione delle risorse attraverso forme di coordinamento e raccordo tra le diverse offerte;
 lattivazione di servizi di orientamento per la formazione e per il lavoro;
 iniziative volte a favorire lintegrazione delle persone che provengono da altri paesi;
 il sostegno alle persone diversamente abili per il raggiungimento di adeguati livelli di formazione e di autonomia;
 il sostegno ai lavoratori attraverso specifiche azioni formative.

Immagine tratta dall'archivio Dia di Indire

Editing a cura di Catia Cantini, IFTS-EdA


 

 
Articoli correlati

Linee di tendenza del Sistema: landamento dei CTP nellultimo decennio censito
di Catia Cantini (02 Settembre 2009)

Una fotografia dell'educazione degli adulti
di Catia Cantini (15 Ottobre 2006)

Lalfabetizzazione funzionale attraverso la riappropriazione dei linguaggi
di Catia Cantini (12 Gennaio 2005)

L'abc dell'EdA: fra tradizione e cambiamento
di Catia Cantini (11 Dicembre 2004)

Descrivere e misurare nuove competenze
di Alessandra Anichini (08 Marzo 2004)

"Esperienze e vissuti: potenzialità sconosciute"
di Aureliana Alberici (01 Marzo 2004)

Il Seminario sulla Formazione permanente di Benevento
di Antonella Zuccaro (03 Dicembre 2003)

All: Adult Literacy and Lifeskills
di Alessandra Anichini (04 Ottobre 2003)