Indire, sito ufficiale
Istituto Nazionale di Documentazione, Innovazione e Ricerca Educativa MIUR
immagine di contorno      Formazione separatore dei progetti      Documentazione separatore barra alta      Didattica separatore barra alta      Comunicazione separatore barra alta Europa
contorno tabella centrale
MEDIA EDUCATION

Banca Mondiale: un impegno costante per l'istruzione

Progetti futuri e in corso negli stati africani, in Giordania e in Quatar

di Stefania Chipa
04 Giugno 2004

A partire dall'autunno del 2004, la Banca Mondiale sar lo sponsor di un programma di ricerca nelle aree rurali di 6 paesi africani, in cui si user il vecchio sistema delle scuole con aula pluriclasse.
Questa vecchia tradizione si rivelata efficiente in passato perch ha permesso di raggiungere ottimi risultati a fronte di un investimento contenuto: sono stati impiegati insegnanti con un addestramento minimo, pochi libri di testo e finanziamenti limitati.
Molte delle personalit pi eminenti nel mondo di oggi hanno beneficiato di questa esperienza. Le scuole ad aula pluriclasse, potenziate con poca tecnologia, possono essere una soluzione ideale per alcune delle esigenze odierne.

immagine tratta dall'archivio Dia di IndireLa stessa Banca Mondiale, di recente, ha dichiarato che il progetto ErfKE, Education Reform for a Knowledge Economy (ossia Riforma dellistruzione per uneconomia basata sulla conoscenza), sviluppato in Giordania, la migliore proposta mai ricevuta per la riforma di un sistema scolastico. Ci che rende rimarchevole questo progetto, il fatto che prende sistematicamente in esame tutti gli aspetti del sistema scolastico del Regno Ascemita, mirando al rafforzamento degli elementi che hanno dato risultati positivi, introducendo nuovi criteri e nuovi corsi di studio, offrendo addestramento agli insegnanti, imponendo luso di testi  validi e affidabili. I progressi conseguiti vengono misurati con metodi oggettivi e sono utili per orientare le decisioni dei politici. Il progetto prevede anche l'implementazione tecnologica per potenziare lapprendimento e linsegnamento. Il progetto giordano ambizioso e impegnativo. La sua qualit confermata dalla moltitudine di donatori che stanno contribuendo con notevoli risorse alla sua realizzazione. La sua probabilit di successo molto elevata grazie allimpegno dimostrato dai suoi fautori nella societ e nel governo del Regno Giordano.

Un altro progetto di riforma scolastica in atto quello nello stato di Qatar che ha come obiettivo quello di trasformare il loro sistema scolastico in un modello. Il Qatar alla ricerca di esperti e idee da tutto il mondo e limpegno della leadership del Paese totale.

tratto dall'intervista di Stefania Chipa, Ufficio Comunicazione Indire, a Archie LaPointe, responsabile di NAEP, National Assessment of Educational Progress per ETS, Educational Testing Service

 

 
Articoli correlati

Social network, narrazioni e identità digitali
di Redazione (15 Giugno 2015)

Il tablet e linclusione scolastica
di Silvia Panzavolta (31 Ottobre 2014)

Manipolare quel che si crea, un altro modo per imparare
di Lorenzo Guasti (18 Luglio 2014)

Quando la classe è digitale
di Elena Mosa (01 Luglio 2013)

Soluzioni di apprendimento e tecnologie didattiche
di M. Gentile, G. Filosi, M. R. Gaetani, F. Pisanu (12 Dicembre 2012)

Rappresentare la conoscenza
di Francesco Vettori (05 Luglio 2012)

Dalle mappe concettuali allo spazio digitale
di Francesco Vettori (03 Luglio 2012)

I database digitali e la carta geografica
di Francesco Vettori (03 Luglio 2012)

Dalle digital skills alla digital competency
di Elena Mosa (02 Aprile 2012)

Il contributo dellUnione Europea per ogni europeo digitale
di Fiora Imberciadori (02 Aprile 2012)

A colloquio con lEuropa sulle classi creative
di Elena Mosa (01 Aprile 2012)

Intervista al Prof. Alfonso Molina
di Francesco Vettori (30 Marzo 2012)

Il valore educativo delle dinamiche del gioco
di Andrea Benassi (21 Febbraio 2012)

Visible Thinking, Slow Learning
di Isabel de Maurissens (30 Gennaio 2012)

Crossmedialità e apprendimento
di Isabel de Maurissens e Silvia Panzavolta (30 Settembre 2011)