Questo sito è stato archiviato il 22/07/2016. Visita il nuovo sito è: eurydice.indire.it
Questo sito è graficamente più gradevole se visto con un browser (Internet Explorer, Netscape, Opera ecc) che supporta gli standard web, anche se è accessibile con qualsiasi browser o dispositivo internet.




Ricerca libera



Articoli di Eurydice

Processo di Bologna: riforme ancora troppo disomogenee nei paesi dello Spazio europeo dell’istruzione superiore 15/6/2015

A che punto siamo nell’attuazione del Processo di Bologna nei 47 paesi dello Spazio europeo dell’istruzione superiore? Attraverso informazioni qualitative e quantitative il rapporto di Eurydice, Eurostat ed Eurostudent analizza tutti gli aspetti principali delle riforme dell’istruzione superiore finalizzate al buon funzionamento dello “Spazio europeo”.
Alessandra Mochi
I Ministri dell’istruzione di 47 paesi dello Spazio europeo dell’istruzione superiore (European Higher Education Area - EHAE) si sono incontrati ad una Conferenza ad Erevan, il 14 e 15 maggio scorso, per  discutere  dei miglioramenti introdotti nei sistemi di istruzione superiore e della possibilità di permettere agli studenti di muoversi più liberamente oltre i confini nazionali grazie al cosiddetto Processo di Bologna. Quest’ultimo rapporto, intitolato "The European Higher Education Area in 2015: Bologna Process Implementation Report", successivo al precedente primo rapporto sullo stato di attuazione del Processo di Bologna, e sviluppato con la supervisione del Gruppo dei Seguiti di Bologna (BFUG) in vista della Conferenza di Erevan, rivela che c’è ancora molto lavoro da fare. In media, solo 7 studenti su 10 portano a termine i percorsi dell’istruzione superiore, mentre nella metà dei paesi i tassi di completamento degli studi si limitano al 30-50%. Dal rapporto si evince anche che i finanziamenti e la conoscenza delle lingue sono cruciali per la mobilità degli studenti e che possono quindi costituire le più grosse barriere verso il raggiungimento di questo obiettivo. Già prima della conferenza, Tibor Navracics, Commissario europeo per l’istruzione, al cultura e lo sport, aveva affermato quanto segue: “Non possiamo permetterci una tale  perdita di talenti. Tutti i governi impegnati in questo sforzo devono accelerare il ritmo delle riforme dell’istruzione superiore e migliorare il successo dei nostri studenti. Forniremo elementi probanti che li aiuteranno a mettere in pratica queste riforme”. Partendo dai risultati degli ultimi 15 anni, le nuove priorità si concentreranno adesso sull’aumento della mobilità internazionale, sull’uso delle tecnologie digitali nell’apprendimento e sul miglioramento delle competenze richieste dai datori di lavoro.

Le tappe del Processo di Bologna

La dichiarazione di Bologna fu firmata nel 1999 dai ministri responsabili dell’istruzione superiore di 29 paesi europei. Tuttavia, le sue origini risalgono all’anno precedente, precisamente alla Dichiarazione della Sorbona del 1998. Questi eventi hanno interessato i paesi dell’Europa e non solo, facendo salire il numero dei paesi firmatari a 47.

La figura qui sotto riportata sintetizza le principali tappe delle conferenze ministeriali che hanno scandito l’avanzamento del Processo di Bologna fino al 2012. Come si può notare, molti dei temi principali percorrono tutto il processo: la mobilità degli studenti, un sistema comune di titoli di studio, la dimensione sociale, l’apprendimento permanente, un sistema europeo dei crediti, l’assicurazione di qualità,  la dimensione sociale dell’istruzione superiore e lo sviluppo dell’Europa come regione della conoscenza piena di attrattive.

Il Comunicato di Bucarest del 2012, “Realizzare al meglio il nostro potenziale: Consolidare lo Spazio Europeo dell'Istruzione Superiore”, ha definito obiettivi politici chiari per queste principali linee di azione. Tutti questi obiettivi sono stati affrontati nel rapporto e l’analisi presentata attraverso i suoi sette capitoli (Contesto dello Spazio europeo dell’istruzione superiore, Titoli di studio e qualifiche, Assicurazione di qualità, Dimensione sociale nell’istruzione superiore, Apprendimento permanente, Risultati efficaci e occupabilità, Internazionalizzazione e mobilità) mira a fornire una visione aggiornata della realtà dello Spazio europeo dell’istruzione superiore.
 

 


 
Erasmus Plus Italia   Indire logo Miur    

ERASMUS + AGENZIA NAZIONALE INDIRE 2015 ©