dove si trova?    ascolta     movimento della pochette

Benvenuti!

Pagina inserita nei quiz


 Il cartiglio autografo
 di Pierantonio Cati
 all'interno di un violino

Osservando i dettagli della Pochette si possono notare alcune figure, esattamente otto, ed possibile senza dubbio riconoscere un volto femminile in alto, al posto del riccio e, sparsi per tutto lo strumento sette volti maschili. L'attribuzione inevitabile: si tratta di un riferimento alla fiaba di Biancaneve e i Sette Nani.
La fiaba per stata pubblicata nel 1814 dai fratelli Grimm e Il liutaio Cati Pierantonio, fiorentino, morto nel 1764. Molto probabilmente lo strumento opera di un liutaio anonimo dell'inizio dell'ottocento che ha voluto ritrarre i personaggi di quella fiaba.   Approfondiamo questo aspetto.

   


La pochette, o come suggerisce il nome "violino da tasca", era lo strumento che i maestri di danza portavano con s per eseguire i brani che accompagnavano le lezioni di danza.
Lo strumento, dalle piccole dimensioni (da 40 a 45 cm ca.), produceva un tenue suono adatto ad accompagnare le lezioni private di danza senza disturbare le persone che abitavano vicino.
Non esisteva un modello rigido per la costruzione della pochette, ma ogni liutaio si sbizzarriva nel creare svariate forme e decorazioni diverse. Originale la soluzione della pochette talmente stretta da nascondersi in un bastone da viaggio.